25 luglio 2012

musica

Don Pasquale di Donizetti

Venerdi' 27 Luglio al Castello di Bassano del Grappa




di Enrica Selvini

(Bassano del Grappa)
Preludio alla Stagione lirica autunnale, debutta a Bassano del Grappala nuova produzione dell’opera buffa di Gaetano Donizetti DON PASQUALE. Il gioiello dell’opera comica ottocentesca, avrà una messa in scena coloratissima, ambientata tra le mura del Castello bassanese e affidata al regista Giulio Ciabatti che al proposito dice: “Ricordo che ci si portava da casa le sedie per assistere al teatro o al cinema sottocasa, e la vivacità che precedeva l’incontro con quei personaggi strani che recitano, suonano, cantano e ti parlano di avventure bizzarre, sogni, illusioni… Pochi oggetti che si trasformano nelle mani dei commedianti, un muro a fare da schermo, una luna di carta, luci e ombre e la sera che intiepidisce prima di spegnersi nella notte”.

Protagonista un cast giovane di altissimo livello: al centro il maturo celibatario Pasquale da Corneto interpretato dal baritono veneto Elia Fabbian, che si esibisce sui palcoscenici di teatri importanti in Italia e all’estero, nel ruolo di Ernesto, nipote di Don Pasquale, amante corrisposto della bella Norina, il giovanissimo tenore Alessandro Scotto di Luzio, vincitore della sezione tenori dello spettacolo televisivo di RAI 1 "Domenica In" condotta da Pippo Baudo.

Giovanissimo anche il soprano canadese Teresa Sedlmair, la più giovane cantante dell’Opera Studio Internazionale per l’Opernhaus di Zurigo, che a soli ventiquattro anni ha già vinto importanti concorsi internazionali tra cui il Concorso di Canto intitolato a Renata Tebaldi, e vestirà i panni di Norina, vedova giovane e carina ma di modeste condizioni. L’intraprendente e brillante Dottor Malatesta sarà il baritono Gabriele Nani, già apprezzato dal pubblico bassanese e già avviato in un’importante carriera. Completa il cast nel ruolo del notaro, il baritono Christian Starinieri, definito dalla critica un "raffinato liederista.

Alla direzione dell’Orchestra di Padova e del Veneto il Maestro Giampaolo Bisanti  che torna a Bassano dopo qualche anno di assenza e dopo aver costantemente diretto dal 2001 al 2007 a OperaFestival, ben 8 produzioni liriche sempre con grande successo. Nel frattempo ha diretto nei principali teatri italiani: dalla Fenice al San Carlo di Napoli, dal Comunale di Bologna al Maggio fiorentino, dal Massimo di Palermo al Carlo Felice di Genova, oltre ad essere impegnato in importanti teatri negli Usa e in Giappone. È considerato uno dei migliori direttori d’orchestra della sua generazione, capace di muoversi in un repertorio molto ampio, che abbraccia tutta la musica operistica e i grandi capolavori di quella sinfonica, con gesto fluido e chiaro, attenzione agli organici vocali e orchestrali, memoria e tecnica che ricorda la più prestigiosa e alta scuola italiana.

Redazione Online
25 luglio 2012

© RIPRODUZIONE RISERVATA





I più cliccati: della settimana | del mese
I video più visti:
HELLO COOKING SHOW
COOKING SHOW IN TERRAZZA
DIVERTIAMOCI A CUCINARE
LA TORTA IN TAZZA
BUON ANNO