4 agosto 2012

nightlife

Matte Botteghi vs Bingo Players a Rimini…

ecco com'è andata...





Che bello quando i sogni diventano la realtà. Capita di rado, ma quando succede, non è mica per caso.
Di solito tra fantasticare su una cosa e la realizzazione di un progetto, c'è un bel po' di lavoro. Non solo pensieri e vaneggiamenti vari. Anche in un ambito vago e ballerino come la nightlife, la formula per raggiungere traguardi di livello è lavorare senza montarsi la testa.

Almeno, questa è la ricetta del dj producer bolognese Matte Botteghi (www.mattebotteghi.com) che il 2 agosto al Coconuts di Rimini ha coronato un sogno, quello di suonare con i Bingo Players, produttori internazionali osannati dai colleghi dj di mezzo mondo e pure da tanti giovani clubber.

"Mi piace da impazzire il loro sound e ho pure partecipato ad un remix contest sul loro sito", racconta Matte sorridendo. "Poter suonare con loro in console il mash up che ho realizzando la loro 'Rattle' a 'Zombie Nation'  è stata un'emozione vera… e mi sembra proprio che gli sia pure piaciuta!". A testimoniare la reazione dei due dj olandesi ci sono delle foto che parlano da sole, visto che sono piene di facce divertite e mani alzate.

In effetti la serata al Coconuts è stata un bel successo, soprattutto se si pensa che ad inizio agosto la Riviera Adriatica non è ancora pienissima di giovani con la voglia di ballare. Chi ha voluto ascoltarsi un po' di sana electro house internazionale, si è goduto il set di Botteghi e dei Bingo Players all'interno, mentre molti si sono divertiti all'esterno ascoltando musica easy (da "Danza Kuduro" in giù). Fino alle 4 ed oltre si è ballato forte, anzi fortissimo.

"Sto remixando diversi brani di colleghi, quest'estate", racconta ancora Matte. "Non è facile trovare il tempo materiale per concentrarsi, visto che suono ogni sera o quasi. Continuo ad essere resident al Caino di Milano Marittima, il locale che mi ha lanciato, ma da quest'anno spesso faccio ballare pure il privé del Pineta di Milano Marittima e tanti, tanti altri locali in giro per l'Italia". Matte infatti fa tutto da solo, in studio e col suo portatile. Il suo primo singolo "For The World" l'ha scritto con un musicista, ma poi l'arrangiamento e la produzione con la brava Sam Wood l'ha gestito in totale autonomia. "Ci sono anche altre strade e tutte possono essere utilizzate per fare buona musica", continua. "Ma per me è essenziale fare tutto da solo. Una canzone è arte, una mia canzone sono io e voglio essere in grado di realizzarla da solo".

Matte sta già lavorando anche sul suo nuovo singolo. Sarà un brano piuttosto diverso dalle tendenze attuali, perché Botteghi ama l'elettronica ma non rinuncia all'armonia, alla melodia e a tutte quelle cose che fanno una vera canzone. Piano piano, senza fretta, si arriva un po' dappertutto. Anche di notte, quando tutti i contorni sono un po' sfumati e la strada più breve sembra sempre preferibile.

Redazione Online
4 agosto 2012

© RIPRODUZIONE RISERVATA